Domini e Motori di Ricerca

Quello che devi sapere sui motori di ricerca lo trovi sintetizzato in questa pagina. Usa questi facili trucchetti per aumentare il traffico al tuo sito internet.

  •  Dominiando

Domini e Motori di Ricerca

Se vuoi saperne di più contattaci !

I nomi a dominio possono essere utilizzati come ulteriore fonte di traffico: infatti scegliere dei nomi a dominio formati da parole chiave rilevanti per il proprio sito internet può essere un ulteriore strumento per aumentare le visite.

L’utilizzo del simbolo “-“ può quindi favorire il posizionamento nei motori di ricerca che nel loro algoritmo di indicizzazione danno un peso al nome a dominio registrato.

Diversificare il proprio nome a dominio può essere anche un’ottima fonte di traffico per chi, in prima istanza, invece di effettuare ricerche sui motori, digita direttamente il nome dell’argomento che gli interessa.

Distinguiamo tra tre tipologie di traffico:
1) traffico diretto
2) traffico ricavato dai motori di ricerca
3) traffico diretto localizzato

Ecco un esempio pratico (inventato):
l’agenzia turistica : “Arcobaleno SRL” ha registrato il suo dominio arcobalenosrl.it e si promuove con questo indirizzo sulla rete.

Traffico diretto

Supponiamo che l’agenzia non sia specializzata, potrebbe tornarle utile registrare domini del tipo:

agenziadiviaggi.xx
viaggi.xx
turismo.xx

Certo, questi sono nomi che ormai non sono facilmente disponibili sotto le estensioni più comuni (it, com, net, org, etc).

Non bisogna però dimenticare che esistono altre decine e decine di estensioni in tutto il mondo liberamente registrabili.

In questo modo l’agenzia prenderebbe l’utenza che prima di cercare sui motori digita direttamente e di istinto un URL.

Traffico ricavato dai motori di ricerca

Supponiamo che l’agenzia sia specializzata in viaggi in Sardegna, potrebbe registrare domini del tipo:

viaggi-sardegna.xx
sardegna-turismo.xx
costa-smeralda.xx

anche qui l’estensione non conta più di tanto, l’importante è il nome, che in questo caso non viene sfruttato per la digitazione diretta, ma viene utilizzato affinché i motori di ricerca associno il nome a dominio alle parole chiave presenti nel sito.
Si trova quindi una relazione tra nome a dominio e parola chiave.

Traffico diretto localizzato:

in questo caso sfruttiamo la digitazione diretta, ma nella lingua dell’utenza che vogliamo raggiungere.
Sempre nel caso dell’agenzia turistica specializzata in viaggi in sardegna si potrebbero registrare domini del tipo:

sardinie.it -> adatto all’utenza francese che immagine di trovare un sito in Italia
sardinie.fr -> adatto all’utenza francese che cerca un sito sotto l’estensione a lei più usuale

sardinia.us -> per l’utenza americana…

e così via.

Una volta registrati i domini è bene collegarli a pagine specifiche e ben realizzate per la SEO (Search Engine Optimization) al fine di avere un miglior risultato.

A fine anno si fanno due semplici conti e si verifica quanti utenti sono provenuti da quel dominio e si stabilisce un criterio per verificare se il prezzo che si paga per il servizio è per noi equo o meno.

Le novità da Dominiando

VUOI RIMANERE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITÀ DI DOMINIANDO?

Iscriviti ora alla nostra newsletter!